+39 0424 502498
Seleziona una pagina
E’ NATA

E’ NATA

OGGI ALLE 16.13

E’ NATA MATILDE

 

Maternità

Da dove sono venuto? Dove mi hai trovato?

Domandò il bambino a sua madre.

Ed ella pianse e rise allo stesso tempo e stringendolo al petto gli rispose:

tu eri nascosto nel mio cuore bambino mio,

tu eri il Suo desiderio.

Tu eri nelle bambole della mia infanzia,

in tutte le mie speranze,

in tutti i miei amori, nella mia vita,

nella vita di mia madre,

tu hai vissuto.

Lo Spirito immortale che presiede nella nostra casa

ti ha cullato nel Suo seno in ogni tempo,

e mentre contemplo il tuo viso, l’onda del mistero mi sommerge

perché tu che appartieni a tutti,

tu mi sei stato donato.

E per paura che tu fugga via

ti tengo stretto nel mio cuore.

Quale magia ha dunque affidato il tesoro

del mondo nelle mie esili braccia?

(di R. Tagore)

 

Benvenuta Matilde,

congratulazioni a mamma Elisa e papà

 

INIZIA LA SCUOLA

INIZIA LA SCUOLA

 

ORARIO

da mercoledì 11/09 a venerdì 13/09 ore 8.00-12.30

I BAMBINI DELLE CLASSI PRIME il giorno 11/09 entreranno alle ore 9.15.


INIZIO SERVIZIO MENSA  : lunedì 16/09

Si ricorda che per tutti gli alunni va fatta l’iscrizione al SERVIZIO MENSA


ORARIO SCUOLA

a partire da LUNEDI’ 16 settembre

Da lunedì a venerdì :

MATTINO ore 8.00-12.30;
MENSA ore 12.30-14.00;
RIENTRI POMERIDIANI ore 14.00-16.00 tutti i giorni

 

M’ILLUMINO DI MENO

M’ILLUMINO DI MENO

M’ILLUMINO DI MENO 2019:

L’ECONOMIA CHE  RI-GENERA IL FUTURO

M’ILLUMINO DI MENO TORNA IL 1 MARZO 2019 ED È DEDICATO ALL’ECONOMIA CIRCOLARE, PERCHÉ LE RISORSE FINISCONO, MA TUTTO SI RIGENERA.
DALL’INIZIO DI M’ILLUMINO DI MENO, IN 15 ANNI, IL MONDO È CAMBIATO. 
L’EFFICIENZA ENERGETICA È DIVENTATA UN TEMA ECONOMICO RILEVANTE. L’IMPERATIVO È RIUTILIZZARE I MATERIALI, RIDURRE GLI SPRECHI, ALLONTANARE “IL FINE VITA” DELLE COSE, PERCHÉ LE RISORSE FINISCONO, MA TUTTO SI RIGENERA:
  • BOTTIGLIE DELL’ACQUA MINERALE CHE DIVENTANO MAGLIONI,
  • CARTA DEI GIORNALI CHE RITORNA CARTA DEI GIORNALI,
  • UNA CORNETTA DEL TELEFONO DIVENTA UNA LAMPADA,
  • FANGHI CHE DIVENTANO BIOGAS.
L’EFFICIENZA ENERGETICA È DIVENTATA UN TEMA ECONOMICO RILEVANTE E LE LAMPADINE AD INCANDESCENZA CHE CATERPILLAR INVITAVA A CAMBIARE CON QUELLE A RISPARMIO ENERGETICO, ADESSO, SEMPLICEMENTE, NON ESISTONO PIÙ. MA SPEGNERE LE LUCI E TESTIMONIARE IL PROPRIO INTERESSE AL FUTURO DELL’UMANITÀ RESTA UN’INIZIATIVA CONCRETA, NON SOLO SIMBOLICA, E MOLTO PARTECIPATA.
  • SI SPENGONO SEMPRE LE PIAZZE ITALIANE, I MONUMENTI – LA TORRE DI PISA, IL COLOSSEO, L’ARENA DI VERONA -,
  • I PALAZZI SIMBOLO D’ITALIA – QUIRINALE, SENATO E CAMERA –
  • E TANTE CASE DEI CITTADINI.
SI SONO SPENTI PER M’ILLUMINO DI MENO
  • LA TORRE EIFFEL, IL FOREIGN OFFICE E LA RUOTA DEL PRATER DI VIENNA.
  • IN DECINE DI MUSEI SI ORGANIZZANO VISITE GUIDATE A BASSA LUMINOSITÀ,
  • NELLE SCUOLE SI DISCUTE DI EFFICIENZA ENERGETICA,
  • IN TANTI RISTORANTI SI CENA A LUME DI CANDELA,
  • IN PIAZZA SI FA OSSERVAZIONE ASTRONOMICA APPROFITTANDO DELLA RIDUZIONE DELL’INQUINAMENTO LUMINOSO.
M’ILLUMINO DI MENO È DIVENTATA ANCHE LA FESTA DEGLI STILI DI VITA SOSTENIBILI, QUELLI CHE FANNO STARE BENE SENZA CONSUMARE IL PIANETA. 
LA TERRA È STANCA. CE LO DICE CON IL CLIMA CHE CAMBIA. LA TERRA È LOGORATA DALL’UOMO E DALL’ECONOMIA LINEARE. QUELLA CHE ESTRAE LE MATERIE PRIME, SCAVA, COLTIVA, SPREME IL PIANETA. QUELLA CHE TRASFORMA LE MATERIE IN OGGETTI UTILIZZANDO MOLTA ENERGIA. QUELLA CHE CI CHIEDE DI USARE LE COSE E POI DI BUTTARLE.
L’ECONOMIA LINEARE CONSUMA LA TERRA.
LA SALVEZZA PASSA DALL’ECONOMIA CIRCOLARE: RIUTILIZZARE I MATERIALI, RIDURRE GLI SPRECHI, ABOLIRE “IL FINE VITA”, RECUPERARE, RIGENERARE. L’ECONOMIA CIRCOLARE È UNA BUONA, ANZI OTTIMA, PRATICA SOSTENIBILE: DÀ ALLE COSE UNA SECONDA OPPORTUNITÀ, POI UNA TERZA E ALTRE ANCORA. LA BELLEZZA DEL SENZA FINE.
L’ECONOMIA CIRCOLARE HA COMINCIATO COME UNA NICCHIA E STA DIVENTANDO ECONOMIA VERA. CI INVESTONO GRANDI AZIENDE, NASCONO NUOVE OCCUPAZIONI. L’ITALIA È TRA I LEADER MONDIALI NELL’ECONOMIA CIRCOLARE. NEL RICICLO DEGLI IMBALLAGGI PER ESEMPIO SIAMO I PRIMI.
 

LE PAROLE D’ORDINE SONO LE TRE “R”:

RIDUCI, RICICLA E RIUSA.

 

1- RI-DUCO GLI SPRECHI E COMPRO SFUSO

2- RI-METTO IN TAVOLA UNA CENA ANTISPRECO, COSI’ FINISCO GLI AVANZI

3- RI-FIUTO LA PLASTICA: NON USO PIATTI, POSATE, BICCHIERI USA E GETTA E DICO NO ALLE CANNUCCE

4- RI-ACCHIAPPO I RIFIUTI MENTRE FACCIO JOGGING

5- RI-CICLO CREATIVAMENTE

6- RI-PORTO IL VECCHIO CELLULARE IN NEGOZIO INVECE DI GETTARLO NELLA SPAZZATURA

7- RI-CHIEDO LA DOGGY BAG AL RISTORANTE

8- RI-SPENGO LE LUCI: E’ LA GIORNATA DEL RISPARMIO ENERGETICO

 

 

EVVIVA LA COLAZIONE A SCUOLA

EVVIVA LA COLAZIONE A SCUOLA

Dolce o salata, la prima colazione consente all’organismo di partire con lo sprint giusto per affrontare la giornata. Ma spesso si trascura uno dei fondamenti della sana alimentazione, che è la varietà: non deve essere la stessa tutte le mattine.
LA COLAZIONE , è la prima assunzione di cibo dopo il riposo notturno, durante il quale l’organismo ha comunque consumato energia per le funzioni basali, ha quindi l’importante funzione di reintegrare ciò che è stato perso e di predisporre nel miglior modo possibile alle attività diurne. Gli studi sui più giovani hanno evidenziato che gli scolari che consumano una buona prima colazione bilanciata hanno un rendimento e una capacità di concentrazione migliori durante la mattinata.
La colazione dovrebbe essere un piacevole “rituale” quotidiano, una sana e gradevole abitudine, un momento che ci si dovrebbe ritagliare anche nella frenesia di tutti i giorni, quando gli impegni sono tanti e incombenti.

A noi ragazzi fare colazione a scuola è piaciuto molto.

CARNEVALE

CARNEVALE

 

Io mi vesto da pompiere,
tu da vespa o candeliere,
lui da essere spaziale:
travestirsi non è male!
Io mi vesto da regina,
tu da sacco di farina,
lei da frate o da serpente:
travestirsi è divertente!
Io mi vesto da canguro,
tu da cavolo maturo,
lui da papera o da cuoco:
travestirsi, che bel gioco!

Roberto Piumini

Anche noi  bambini della classe prima e quarta ci siamo travestiti,  fatto spettacolo con scenette inventate da noi. Ci siamo divertiti molto e abbiamo riso tutti in compagnia.

 

GIORNO DELLA MEMORIA

GIORNO DELLA MEMORIA

Il  27 gennaio ,

ricorre il Giorno della Memoria,

la giornata in cui ogni anno si ricordano le vittime dell’Olocausto,

un giorno in cui è necessario parlare del significato di Shoah provando

a comprendere al meglio cosa è successo affinché nessuno dimentichi

e l’orrore non si ripeta.

 

Pin It on Pinterest