+39 0424 502498
Seleziona una pagina

GIOCHI della GIOVENTU’ 2013

 …

Sabato 4 maggio 2013

la classe prima e la classe seconda

hanno partecipato ai

GIOCHI DELLA GIOVENTU’

in Prato Santa Caterina a Bassano.

Ci siamo tanto divertiti!

Si sono divertite a ballare con noi anche

le nostre mamme scatenate!

Ecco le foto della mattinata:

PER DIRE GRAZIE

In classe prima e seconda per capire il significato di GRATITUDINE

(GRATO è una delle maschere protagoniste della nostra storia di Natale)

ci siamo anche divertiti a cantare e ballare questa simpatica canzone del programma “L’Albero Azzurro”.

[kaltura-widget uiconfid=”535″ entryid=”1_8fo6vgav” width=”400″ height=”330″ addpermission=”” editpermission=”” align=”center” /]

Per fare un tavolo…

 

Stamattina eravamo in classe, ci stavamo allenando a spiegare quella che chiamiamo la mappa della pizza, quando Tommaso ha detto:

E’ la stessa cosa che racconta quella canzone… “per fare un tavolo ci vuole il legno, per fare il legno, ci vuole un albero…”

 

Bravo Tommaso!!! E’ proprio vero 😀

 

Ed ecco che subito siamo andati a cercarla, molti di noi già la conoscevano…ma non tutti.

Eccola qui, questa vecchia canzone degli anni ’70, scritta da Gianni Rodari e cantata da Sergio Endrigo:

 

 

E se qualcuno volesse le parole per allenarsi a cantarla, ecco anche quelle:

A proposito di fili

 

Questa mattina in classe 2^ abbiamo continuato a vedere il cartone

 Animals United

Dal discorso delle tartarughe abbiamo imparato che noi uomini siamo solo una piccolissima parte del mondo, come un filo in una grande tela. Se un filo si rompe, si sfila o si toglie si forma un buco.

Come in un tessuto, tutte le cose esistenti sono intrecciate le une alle altre.

Così nel nostro quaderno abbiamo intrecciato tanti fili colorati.

Mascheratamente – una storia da leggere con il cuore

Ecco pronto il libro illustrato realizzato dalle classi 1^ e 2^ (a dire il vero senza l’aiuto della classe 4^ per il riassunto della storia non ce l’avremmo mai fatta!!).

La storia che leggerete è un riassunto estremo della storia originale scritta dal maestro Emanuele e che servirà a tutti noi come spunto per parlare, riflettere, creare, scrivere, migliorare.

Una parte dei lavori che andremo facendo in queste settimane saranno poi presentati durante la Festa di Natale che, come al solito, vedrà la classe quinta come protagonista principale della serata.

Speriamo il libro vi piaccia, come è piaciuto a noi costruirlo

[issuu width=420 height=152 embedBackground=%23262126 printButtonEnabled=false backgroundColor=%23222222 documentId=121114091033-0ef87973187e41ad81ae5984c6f25204 name=mascheratamente username=annamundi tag=scuola unit=px v=2]

Pin It on Pinterest