+39 0424 502498
Seleziona una pagina

Funziona!!!

  1. Ecco il nostro ragionamento: se il sensore di suono raccoglie l’informazione rumore dall’esterno e attiva il buzzer (la sirena), esso raccoglie anche il rumore prodotto dalla sirena stessa – produce quindi un ciclo continuo  (loop) che impedisce al nostro allarme di funzionare come volevamo – ecco probabilmente il problema!
    Capito il problema, siamo già sulla buona strada per la soluzione 😉
  2. Verifichiamo la nostra ipotesi mettendo, al posto del buzzer, una luce che, non producendo rumore, dovrebbe consentirci di capire se siamo sulla strada giusta.La verifica conferma la nostra ipotesi 🙂
  3. Ma noi non volevamo un allarme luminoso, bensì un allarme sonoro… dunque il problema ora è questo:
    Come fare in modo che il sensore non sia attivato dal rumore prodotto dalla sirena dell’allarme stesso?
    Pensa pensa pensa…
    La distanza, ecco la soluzione!!!!! Se Utilizziamo dei cavi per distanziare il sensore dal buzzer forse…
  4. Verifichiamo e …….. L’allarme funziona 🙂

 

Ieri lo abbiamo provato in classe durante una normale lezione, oggi lo proveremo in mensa per regolare il sensore al giusto livello. Poi non ci resta che comperare i materiali per costruirne uno di stabile e “vero” 😀

Pin It on Pinterest